“IL SASSOFONISTA”


( “IL SASSOFONISTA” ha trovato una nuova casa…..e che casa…
Mi dispiace dovermi separare da lui, ma allo stesso tempo sono felice, ed è bello sapere che continuerà a suonare da un altra parte, per altre persone, suonerà per sogni diversi dai miei, suonerà per ferite diverse dalle mie, e anche in momenti diversi…
Già mi manca, ma chissà, anche se saremo lontani, magari riuscirò a sentire le sue note di notte quando il mondo farà silenzio?
Buon viaggio Mister Sax è stato bello aiutarti a venir fuori dal tronco!! )

 

Due mesi intensi di “guerra e amore” tra me e un tronco centenario di ulivo duro come la roccia, i colpi si susseguivano come impazziti contro le venature del legno, le sgorbie a volte facevano le scintille tanto era duro e il verso del legno cambiava direzione ad ogni centimetro, ma era una figata  e non vedevo l’ora di conoscere chi fosse nascosto in quella fortezza cresciuta con tanti anni di sole, freddo e sofferenza…

Anche questo fa parte del viaggio, un altro tipo di viaggio certo, ma alcune emozioni, ansie e  ricerche sono le stesse.

Con la scultura non mi butto per strada, ma dentro me stesso.

Ho iniziato a scolpire con l’anima legata dentro un tunnel oscuro, spaventoso, e in questo tunnel ho realizzato circa 30 sculture.

Anche se ero spaventato in questo tunnel, ho continuato ad andare avanti, perchè sapevo che la luce sarebbe arrivata, ed è stato bello vedere come piano piano senza volerlo mi stavo liberando, e anche le sculture stesse, un pezzo alla volta rompevano le catene perdendo ” il male”…

Per il momento sono salvo e in questo post condivido la mia ultima scultura finita ” Il Sassofonista” che ho iniziato l’inverno scorso. Giorni e notti con il sole e anche con la neve passati con questo tronco che mi ispirava da morire, anche se sinceramente all’inizio non sapevo cosa ne sarebbe uscito.

E’ stato bello lavorarci, specialmente nel periodo  in cui c’è stata la neve e di notte la luna illuminava a giorno e la civetta cantava accompagnata dalle prime timide note del sassofonista.

All’inizio solo alcune note, poi all’improvviso si è scatenato in un vero assolo, le note volavano alte, invadendo le colline ed è stato generoso perchè ha portato anche me con lui.

Appena finito è partito tutto solo per andare al suo primo concerto, è stato esposto infatti al castello di San Giorgio a Lerici, per la quinta edizione della rassegna   internazionale  d’arte Premio Ligures Città di Lerici dove grazie a lui ho ricevuto il premio speciale della giuria.

Il mese scorso invece è stato esposto alla settima edizione della Rassegna Internazionale d’Arte ” Premio Città di Montecosaro ( giocando in casa) ricevendo il premio di rappresentanza “Galleria Artem a Bratislava”

Comunque al di la delle mostre e dei premi che fanno sempre piacere ma non sono il mio obbiettivo finale, sto lavorando a due sculture personali e sto per finire un’altra opera su commissione che mi sta riempiendo di soddisfazione, la prima parte è finita, ora manca poco per la seconda e ho in mente una serie di sculture che faranno parte di un unica “VISIONE”…. a presto e grazie a tutti per il sostegno,non sapete quanto sia di ispirazione, grazie!!!

Sotto alcune foto del Sassofonista durante il viaggio….e dei “premi”

 

You may also like

LEAVE A COMMENT

PROMO BOOK

About us

Giorgio e Giuliana

Giorgio e Giuliana

Mentre percorrevamo un sentiero nella giungla senza sapere dove saremmo finiti, per la prima volta nella mia vita ho avuto la certezza di sapere cosa volevo. Perderci, nel mezzo del “nulla” ci ha fatto ritrovare l’anima!

ACQUISTA IL NUOVO LIBRO

NEWSLETTER

Iscriviti per restare aggiornato

Now Or Nevermore

The soundtrack to the videoclip is The Shell Collector's new single "Now Or Nevermore".
The track, inspired by the book,is born from the voice and music of Enrico Tiberi and from the words of Giorgio and will be distributed on Spotify, iTunes, Amazon and all digital platforms.

Follow us